Comunicati stampa Cultura Eventi e Manifestazioni

SAVE CANNE DELLA BATTAGLIA

Barletta è una città che ha sete di cultura, tant’è che la partecipazione all’evento su Canne della Battaglia di sabato sera è andata oltre le nostre aspettative.
L’occasione ci è gradita per ringraziare il dr. Carmine Gammarota, storico dell’arte e guida turistica che ha offerto generosamente il suo prezioso contributo illustrando le peculiarità del sito archeologico.
L’incontro che ricordiamo, si è svolto presso la sede di Barletta Cinque Stelle in via G. Esperti 6 ha visto la partecipazione dei Portavoce eletti nelle Istituzioni del Movimento 5 Stelle: Rosa D’Amato (Parlamento Europeo), Francesco Cariello (Camera dei Deputati), Rosa Barone (Regione Puglia), Gianluca Bozzetti (Regione Puglia).

Di seguito il nostro comunicato rivolto all’amministrazione comunale.

CANNE DELLA BATTAGLIA, FINALMENTE IL RILANCIO?

“La Puglia è diventata terra di emigrazione perché mancano le condizioni per poter restare”, affermava Antonella Laricchia, consigliere Regionale eletta in quota Movimento 5 Stelle, ad Imola ai microfoni dei giornalisti.
E le condizioni, ovvero i fondi per valorizzare e creare posti di lavoro in una parte preziosa di Puglia come il sito archeologico di Canne della Battaglia, non sono mancate in passato: già nel 2012 si perdeva un finanziamento di circa 700.000euro, sembrerebbe anche per imperizia dei dirigenti comunali.
Dunque parafrasando l’antico adagio diremo che ormai “è inutile piangere sul finanziamento non versato”, occorre invece concentrarsi sul più cospicuo finanziamento del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione (FSC) dell’importo di 1.400.000euro previsto nell’accordo Quadro stipulato dal Comune di Barletta, dalla Regione Puglia e dalla Soprintendenza Archeologica teso a valorizzare e migliorare il Parco di Canne della Battaglia e dell’annesso Antiquarium; dal quale scaturisce il bando rivolto alle imprese con scadenza 20 Novembre 2015.
L’accordo Quadro frutto della concertazione fra i tre Enti (Delibera CIPE 92/2012, Determinazione dirigenziale n. 115 del 16 luglio 2015 della Regione Puglia, Area politiche per la promozione del territorio, dei saperi e dei talenti, Servizio Beni Culturali) pare essere strumento attraverso il quale si possa attuare quanto, in via teorica, riportato nelle Linee Programmatiche di Mandato 2013/2018 dell’Amministrazione Cascella che elencava tra i progetti cantierabili la “valorizzazione e divulgazione dei luoghi relativi alla battaglia di Canne”.

Evocando le vittorie di Annibale Barca, il valoroso generale cartaginese che proprio a Canne della Battaglia ostentò genio militare e capacità, confidiamo che l’amministrazione comunale possa finalmente scrivere una pagina degna di tanta magnificenza, sul sito archeologico che attualmente versa in condizioni di indegno oblio.
Perdere quest’ulteriore occasione di valorizzazione per la città di Barletta che soffre già di una profonda crisi occupazionale dovrà inevitabilmente coincidere con le immediate dimissioni dell’ amministrazione comunale che auspichiamo percepisca la realizzazione del progetto e il rilancio del sito archeologico come un banco di prova i cui esami sono fissati a Marzo 2017, data prevista per la fine dei lavori e relativo collaudo.
Procrastinare sine die il rilancio di Canne della Battaglia, o peggio, continuare nel rimpallo di competenze tra il Comune e la Soprintendenza, entrambi interessati alla gestione del sito regolata da un protocollo d’intesa che suddivide gli oneri dell’ amministrazione, si tradurrebbe in una definitiva deblacle culturale per Barletta, già tristemente salita agli onori delle recenti cronache a causa di eventi pubblici dai contenuti deludenti.

Concludendo sollecitiamo nell’ espletamento della gara per l’affidamento dei lavori, la puntuale e scrupolosissima attuazione del Protocollo d’Intesa tra la Prefettura e la Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Puglia, affinchè la trasparenza e l’impermeabilità alla criminalità organizzata, così come il rafforzamento della legalità permettano a Canne di risorgere sotto i migliori auspici, nell’interesse dei barlettani che ormai attendono da troppo tempo la piena fruibilità e valorizzazione del pregevole sito.

 

I termini del bando sono presenti sul sito del MIBAC al seguente link:

http://www.puglia.beniculturali.it/index.php…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *